Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su linkedin

VALNUVAUT

Valorizzazione di Nuove Varietà di Uve da Tavola ottenute in Puglia

PSR 2014-2020. MISURA 16.2 Focus Area 2a) – Progetto: VaLorizzazione di Nuove Varietà di Uve da Tavola ottenute in Puglia – Acronimo: VALNUVAUT

Attuato dal Gruppo Operativo:VALNUVAUT
Soggetto Capofila:CONSORZIO NUOVE VARIETÀ UVA DA TAVOLA
Responsabile tecnico scientifico: Dott. Rocco Perniola – Dir. CREA-VE e Consorzio NuVaut
Tipo di operazione:PSR 2014-2020. MISURA 16.2 – FOCUS AREA 2A b) aumento sostenibile della produttività, della redditività e dell’efficienza delle risorse negli agro ecosistemi; tecniche di produzione agricola a basso impatto ambientale e biologiche

Obiettivi

Da un’attenta analisi dei dati relativi alle superfici ed alle produzioni di uva da tavola in Italia ed in Puglia emerge che la redditività delle imprese produttrici di uva da tavola pugliesi è in forte flessione, da qui
la necessità per le aziende di produrre uve apirene per rimanere competitive sui mercati nazionali ed internazionali.

L’ obiettivo generale del progetto è quello di mettere a punto varietà di uve da tavola pugliesi, sviluppate nelle condizioni pedoclimatiche tipiche degli ambienti regionali, implementando un ventaglio di interventi funzionali, nel breve e nel medio periodo, per rispondere alle sfide di mercato e ambientali attuali e prospettiche.

I prodotti delle attività progettuali, permetteranno di cambiare l’assetto produttivo attuale con varietà con un forte legame territoriale, in grado di rispondere alle attuali esigenze di mercato. Questo obiettivo sarà realizzato attraverso la valorizzazione dei genotipi già disponibili e di quelli che saranno ottenuti nel prossimo futuro valutando tecnologicamente le uve al momento della raccolta e dopo frigoconservazione.

La disponibilità di diverse nuove varietà di uve da tavola “del territorio” permetterà alle aziende partecipanti al progetto, ed in maniera più estesa alle altre aziende pugliesi, di organizzare i processi produttivi in accordo con i processi di valorizzazione proponibili a livello regionale. In particolare nel progetto saranno valutate le combinazioni d’innesto in grado anche di valorizzare la risorsa idrica in un’ottica di miglioramento della sostenibilità ambientale ed economica della coltivazione delle uve da tavola.

Finalità

Gli effetti attesi sono:

conseguire il consolidamento della filiera dell’uva da tavola, perseguendo nel contempo una maggiore sostenibilità ambientale dei processi produttivi ed una più profonda coesione sociale fra produttori ed esportatori.

Le attività progettuali permetteranno di orientare la ricerca verso le necessità reali della filiera dell’Uva da tavola e alle imprese di disporre direttamente dei ritrovati prodotti dalla ricerca. Si  mira al miglioramento della competitività e dell’efficienza del sistema produttivo ed esportativo delle uve da tavola, mediante l’ammodernamento varietale, testato direttamente nelle aziende, e mediante la razionalizzazione dei sistemi produttivi, tenendo conto salvaguardia e tutela dell’ambiente.

Risultati attesi

Le ricadute globali possono essere valutate a tre diversi livelli: economico, sociale ed ambientale.

La sostenibilità sociale sarà perseguita mediante il consolidamento dei rapporti fra le attività di produzione, di lavorazione, di commercializzazione e di esportazione con forti ricadute su tutta la filiera, mentre, l’obiettivo relativo al sistema ambiente sarà raggiunto mediante l’applicazione di processi di produzione sostenibili riferiti all’utilizzo di varietà più resistenti e con combinazioni d’innesto utili ad un più razionale utilizzo della risorsa idrica.

Importo del sostegno ricevuto dall’Unione europea

Importo richiesto: € 499.793,50                                                                                             

Importo ammesso: € 499.793,50                                                                                   

Sito web della Commissione dedicato al FEASR: https://ec.europa.eu/info/food-farming-fisheries/key-policies/common-agricultural-policy/rural-development_it