Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su linkedin

ProDiQuaVi

Trasferimento di protocolli per organismi da quarantena, nocivi e per la selezione di materiali sanitariamente migliorati per il vivaismo pugliese.

Sono numerose le avversità patologiche da quarantena che colpiscono le specie vegetali e provocano ingenti danni economici ad un settore di grande rilevanza economica ed occupazionale per la Puglia come quello vivaistico. E’ questa la problematica al centro del progetto Prodiquavi che propone un approccio innovativo alle attività di prevenzione e contrasto: basti pensare agli effetti disastrosi del recente caso di Xylella per comprenderne l’importanza.

Lo scopo è quello di trasferire alle imprese private, agli operatori impegnati nella produzione e commercializzazione di vegetali, le conoscenze sui sistemi diagnostici più recenti di facile applicazione per prevenire sia l’export che l’import da paesi terzi di organismi nocivi da quarantena in modo da ottenere prodotti agroalimentari certificati e quindi sani e pronti per la vendita rispondendo alla domanda di qualità dei mercati.

Le nuove acquisizioni tecnologiche, nel campo diagnostico e bio-informatico, offrono notevoli potenzialità per identificare e contrastare efficacemente patogeni e parassiti delle specie orticole, frutticole, viticole, olivicole, floricole e forestali da quarantena che ne pregiudicano la qualità. Collegando ricerca-tecnologie di punta agli addetti del settore si contribuisce anche all’ammodernamento delle imprese nel comparto vivaistico locale rendendole più competitive, aumentandone la capacità economica-commerciale con produzioni di elevato standard qualitativo.

In questo senso il progetto Prodiquavi viene incontro all’esigenza del mondo agricolo pugliese di riferimento garantendo l’introduzione e l’utilizzo di innovazioni tecnologiche immediatamente applicabili. Per questo sono previste attività di addestramento pratico-informativo e di aggiornamento per operatori e ispettori, favorendo l’integrazione tra formazione e consulenza.

Visita il sito www.prodiquavi.it